L’ELEMENTO METALLO: I POLMONI E IL GROSSO INTESTINO

3 anni fa

L’elemento metallo, caratterizzato dai meridiani di Polmone e Grosso Intestino, corrisponde alla discesa dell’energia verso il basso, ricevendola dalla terra e portandola verso l’acqua. Regola il rapporto tra l’organismo e l’esterno, attraverso la pelle, il cui status rappresenta lo stato benessere dei due meridiani. Il polmone rappresenta il nostro “io” più profondo, dove spesso sono contenuti i ricordi legati all’infanzia. Si

Approfondisci

LA TOSSE TI PERSEGUITA E NON SAI PIÙ CHE FARE? ECCO UN PUNTO CHE FA AL CASO TUO !

4 anni fa

La tosse è un sintomo assai diffuso che interessa le vie respiratorie. Rappresenta un meccanismo di difesa, attraverso il quale l’organismo “butta fuori” gli agenti patogeni che irritano i bronchi contraendo la muscolatura espiratoria, e dando vita a quel fenomeno rumoroso e fastidioso chiamato “tosse”. All’interno dei Polmoni si verifica quindi un processo infiammatorio che

Approfondisci

I 12 MERIDIANI ENERGETICI PRINCIPALI

4 anni fa

Il Meridiano del Cuore inizia sopra il Cuore, vi entra e riemerge passando attraverso il diaframma congiungendosi al Piccolo Intestino. Dal Cuore una diramazione sale alla gola ed agli occhi mentre il Meridiano principale entra nei Polmoni , riemerge dall’ascella, scorre lungo la parte mediale del braccio fino a raggiungere il quinto dito  Il Meridiano

Approfondisci

COMBATTI LA DEPRESSIONE CON IL PUNTO 1 DEL MERIDIANO DEL POLMONE!

4 anni fa

La depressione rappresenta un disturbo dell’umore molto diffuso, che si presenta come una perdita di interesse e piacere nei confronti di attività che prima suscitavano piacere e interesse. La stimolazione del punto 1 del meridiano del POLMONE consente di contrastare questo disturbo, agendo sul rapporto tra mente e fisico. Quindi… … SDRAIATI A LETTO, RESPIRA

Approfondisci

RIFLESSIONI SULLE CATENE MUSCOLARI CINETICHE E I MERIDIANI ENERGETICI

4 anni fa

I muscoli del nostro organismo agiscono in correlazione ai muscoli che precedono e conseguono. Ciò significa che, nella risoluzione di una problematica muscolare o nell’esaminare un determinato movimento, i muscoli vanno considerati come delle “catene”, ovvero porzioni contigue di differenti muscoli che si comportano come un’unica struttura. Le principali catene corporee sono quattro, suddivise in:

Approfondisci


Richiedi informazioni

Acconsento al trattamento dei dati personali (D.Lgs. 196 del 2003)

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando a navigare nel sito si accetta la nostra Privacy & Cookie Policy OK